ON AIR

Alessio
Aloisi

Ascolta la diretta

Stagione sciistica, sulla Vialattea impianti aperti dall’8 dicembre

Dal 2018, molto probabilmente, la Vialattea darà il via alla stagione dello sci a partire dal 23 dicembre. Una brutta notizia per gli amanti degli sport sulla neve ma, dati alla mano, le aperture prolungate, soprattutto nel periodo pasquale, non hanno portato gli affari sperati. Quindi, se quest’anno – precipitazioni nevose permettendo – gli impianti apriranno ancora come vuole tradizione, l’8 dicembre, dalla stagione successiva tutto potrebbe cambiare.

Troppi alberghi chiusi

“È necessario che gli alberghi restino aperti nella coda della stagione invernale – ha spiegato Giovanni Brasso, presidente della Sestrieres Spa -, questo per non chiudere in perdita le ultime settimane con gli impianti aperti. Dal 10 al 17 aprile si sono registrati solamente 251.255 passaggi, un risultato che si ottiene in un weekend”. Secondo un monitoraggio effettuato dalla Sestrieres, sono state troppe le strutture ricettive, l’anno scorso, ad aver chiuso prima l’attività nonostante le abbondanti nevicate che hanno permesso agli operatori di tenere aperti ski-lift è seggiovie fino al 17 aprile.

L’8 aprile scorso non era più aperto l’86% di stanze nelle aree con impianti funzionanti, il 2 aprile il 36%. Tuttavia, a proposito dell’ultima stagione invernale, non si può certo parlare di fallimento: 13 milioni e 797 mila passaggi sugli impianti, 1.246.600 giornate di sci vendute, quasi 30 milioni incassati solo dalle biglietterie.

Gli abbonamenti della stagione 2017-2018

Quest’anno Vialattea mette in commercio tre tipi di formule abbonamento mentre lo skipass giornaliero costerà sempre 37 euro. A partire da oggi e fino al 13 novembre si potranno acquistare, a prezzo promozionale, al costo di 800 euro, lo stagionale Open valido dall’8 dicembre fino al 2 aprile, lo Standand a 650 euro che si potrà utilizzare dal 23 dicembre fino a chiusura degli impianti e il Montiluna, a 450 euro valido solo a Cesana e Claviere, dal 23 dicembre al 2 aprile. Le cifre saliranno dopo il 13 novembre.

in collaborazione con

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti