ON AIR

Emiliano
Picardi

Ascolta la diretta

Milano, ecco dove saranno le nuove “Zone 30” per il 2018

Sei “zone 30” verranno aperte nel 2018 a Milano: i quartieri sono già stati scelti e il finanziamento è stato in parte stanziato. Ma si tratta soltanto di una piccola parte del progetto che, in città, riguarderà molte altre aree. L’obiettivo è quello di rendere Milano una città più a misura di ciclisti e persone a piedi ma anche diminuire la velocità delle automobili per ridurre l’inquinamento atmosferico. E – infine – ridurre gli incidenti stradali.

Viaggiare ad un massimo di 30 chilometri all’ora consente infatti di tenere a bassi livelli lo smog e ad ottobre abbiamo avuto prova di quanto sia importante fare più sforzi possibile per questo obiettivo. L’agenzia Amat, Mobilità Ambiente Territorio, stima una diminuzione fino al 34% del valore medio di esposizione agli agenti inquinanti da traffico riducendo la velocità massima consentita ai veicoli.

LE NUOVE ‘ZONE 30’
Ma quali saranno le “zone 30” del 2018? Si troveranno al Corvetto, all’Isola, al Giambellino, in Bovisa, nell’area di via Padova e nel quartiere QT8. Ma ne sono in programma altre più avanti, da via Conservatorio a piazzale Damiano Chiesa, da piazza Napoli a via Fiamma.

Nel lungo termine l’obiettivo è di porre la velocità massima di 30 km/h per tutte, o quasi, le strade che non hanno una funzione “centrale” nella mobilità e nel traffico. Le vie secondarie, in altre parole. Ma questa è più che altro una idea di massima, o meglio uno scenario “ideale” su cui lavorare.

In collaborazione con

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti