ON AIR

Emiliano
Picardi

Ascolta la diretta

L’Uomo Ragno sulla Mole Antonelliana a Torino!

Spider-Man è salito sulla Mole Antonelliana e, appeso ad una corda che penzola nel vuoto, ha salutato Torino dall’alto prima di farsi immortalare in uno scatto che rivedremo presto. Sotto la maschera dell’Uomo Ragno c’è Maurizio Puato, fotografo esperto di lavori in quota e di arrampicata. Non è la prima volta che sale sulla Mole e su altri edifici torinesi.

“Sono cresciuto con Spider-Man – dice Puato -. Quando ero piccolo avevo i pantaloni di una tuta da ginnastica blu, aderente, di quelle con le strisce bianche sui lati che poi infilavo nei calzettoni di cotone come se fossero degli stivali. Sopra la giacchina della tuta mettevo una maglia di cotone alla quale avevo tagliato le maniche. Era il mio costume”. Giocava a fare l’Uomo Ragno e ha continuato nel tempo, anche da grande. “Mi arrampicavo ovunque potessi e saltavo sui tetti dei bassi fabbricati di porta palazzo. Con quella tuta addosso mi sentivo invincibile e potevo superare qualsiasi ostacolo” spiega Puato che continua a divertirsi pur sapendo di non essere invincibile come i supereroi. Così martedì 1 agosto ha impostato la macchina fotografica, l’ha affidata a un collaboratore ed è diventato l’unico protagonista dello scatto a circa 150 metri d’altezza, sospeso nel vuoto. Questa è solo la prima immagine “pazza” di una lunga serie. Puato sta lavorando ad un libro fotografico sulla Mole che si preannuncia ad effetto: “Quello che vedete è solo l’incipit di un paio di lavori che usciranno entro la fine dell’anno e Spider-Man sarà al centro della scena”.

Questa è la pagina Facebook di Maurizio Puato

in collaborazione con 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti