ON AIR

Emiliano
Picardi

Ascolta la diretta

Luminarie di Natale a Milano: quest’anno si estenderanno per 35 chilometri

Sono state accese il 23 novembre le prime luminarie di Milano, in vista del Natale. Sono centottanta le strade della città che “scintilleranno” grazie alla collaborazione tra il Comune, la Confcommercio, le associazioni di via, gli sponsor e i laboratori di quartiere.

In tutto si conteranno 35 chilometri di strade illuminate, di cui 27 da parte di associazioni di via e 8 da parte degli sponsor. Non mancheranno i giochi di luce realizzati da MM sui palazzi interessati dai cantieri della M4. E tornano le luminarie in due strade “iconiche”, corso Vittorio Emanuele e corso Sempione.

Primo atto delle luminarie: l’Arco della Pace

Numerose però anche le strade di periferia che saranno illuminate per Natale. Tra queste piazzale Selinunte, via Casoretto, via Saponaro, via Baroni, via Montecengio, via Meda, via Aprea, piazzale Martini. Primo atto, il 23 novembre, l’accensione in blu dell’Arco della Pace e del tratto pedonale di corso Sempione, grazie all’intervento di Cartasi-Nexi che illuminerà i marciapiedi e gli alberi (ispirandosi agli Champs Elsyseés).

Il 30 novembre sarà la volta di corso Buenos Aires per un chilometro e mezzo di sfere dorate realizzate da Liu Jo. Venerdì 1 dicembre tocca a via Dante e via Mercanti, addobbate con sfere e frange luminose grazie a Dyson, mentre corso Como vedrà l’intervento sponsorizzato da Nuncas e Cameo con installazioni colorate d’ispirazione liberty. Colore dominante il bianco, con vari giochi di luce, in corso Vercelli e strade limitrofe grazie a Satispay.

Un appuntamento importante sarà il 4 dicembre con l’accensione della volta della Galleria Vittorio Emanuele, che splenderà con 50 mila led blu posizionati a quarantacinque metri d’altezza che che copriranno interamente gli 800 metri quadrati della cupola (grazie a Urban Up), mentre è già acceso l’albero Swarovsky all’Ottagono, ormai tradizionale. Sempre il 4 dicembre luci di Natale accese anche in corso Vittorio Emanuele con lampadari ispirati a sagome di caramelle e bastoncini di zucchero, grazie a Odstore.

Via Montenapoleone sarà animata da musica, eventi e spettacoli, ma ci sarà anche un albero di Natale in piazza Croce Rossa, dove verrà anche allestito un set fotografico con una cabina telefonica inglese per scattare fotografie ricordo e devolvere un’offerta a Oxfam, una Onlus che si occupa di progetti contro la povertà. Archi di pino verde in via della Spiga completano il Quadrilatero della Moda.

Le vie addobbate dalle associazioni di commercianti

Numerose anche le strade che verranno decorate grazie alle associazioni di commercianti. Tra queste, ricordiamo corso di Porta Romana, via Paolo Sarpi, via Marghera, piazza De Angeli, via Belfiore, il quartiere dell’Isola, corso Venezia, via Rembrandt, via Pisanello, via Padova, via Crema, via Adige e via Piacenza oltre alle altre strade limitrofe.

Sui Navigli e alla Darsena saranno protagonisti i filari di luce che si specchieranno nelle acque creando suggestivi riflessi. In via Vigevano, via Corsico e via Gorizia risplenderanno le classiche stelle comete. Cristalli di neve in via Festa del Perdono, piazza Santo Stefano, via Laghetto e via Bergamini. Mentre Brera e nelle vie vicine saranno sormontate da un lungo tetto luminoso che costituirà la coda di una grande Stella cometa. Stelle e ornamenti di luce anche in via Piero della Francesca, fiocchi di neve e filari di luce in Mac Mahon e Principe Eugenio mentre cascate di luce si alterneranno lungo tutta via Lorenteggio. Illuminati tutti i quartieri storici della zona nord Bruzzano, Affori e Dergano.

Giochi di luce sui palazzi dei cantieri M4

Saranno accese da venerdì 1 dicembre le caratteristiche luminarie allestite nei pressi dei cantieri della M4, la nuova metropolitana di Milano, da Ovest ad Est, da via Segneri a corso Plebisciti passando per il centro, lungo tutto il tracciato della Blu e con particolare attenzione alle periferie e alle vie dove sono presenti esercizi commerciali.

Luminarie in periferia anche con le scuole

Alcune luminarie saranno “accese” in periferia anche grazie ad iniziative provenienti dalle scuole. E’ il caso di “Ars et Lux agli Olmi”, nell’omonimo quartiere della periferia Sud-Ovest di Milano, grazie agli studenti di seconda e terza di Grafica multimediale e Manutenzione e assistenza tecnica dell’istituto Galilei-Luxemburg. Il progetto prevede la realizzazione di luminarie innovative e originali legate ad elementi simbolici di opere d’arte di famosi artisti della street art da Bansky a Keith Haring a Basqiat.

in collaborazione con

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti