ON AIR

Alessio
Aloisi

Ascolta la diretta

L’Italia di ‘Tessiture Sociali’

C’è un’Italia che va oltre le statistiche e le facili schematizzazioni. È l’Italia “post crisi” che tanti imprenditori, associazioni e rappresentanti del terzo settore stanno costruendo pezzo dopo pezzo, lavorando per la rinascita dei territori in un’ottica di sostenibilità e di coesione sociale, fornendo un importante contributo alla crescita e al benessere delle comunità di riferimento.

Le testimonianze vive di questa Italia sono state presentate a Milano, durante l’evento ‘Tessiture sociali – La comunità, l’impresa, il mutualismo, la solidarietà‘ organizzato da Conad alla Fabbrica del Vapore con il patrocinio del Comune di Milano e in collaborazione con l’istituto di ricerca Aaster.

Storie che danno la misura di quanto esista un’Italia che lavora – e scommette su se stessa – per lasciarsi alle spalle la crisi, ponendo la relazione con la persona al centro della propria attività, sia essa imprenditoriale, professionale o di volontariato.

L’incontro arriva a chiusura di un viaggio itinerante intrapreso da Conad tre anni fa nell’Italia dei mille campanili, per intercettare le spinte di rinnovamento che si muovono nella società italiana in questi tempi di profondi mutamenti economici e sociali.

Il Grande Viaggio Insieme Conad, “gran tour” tra le piazze del Bel Paese, è partito nel 2015 e ha chiuso l’edizione 2017 lo scorso settembre.

Ad accogliere gli ospiti a Milano, moderati da Gad Lerner, il sociologo e direttore del Consorzio Aaster Aldo Bonomi, che ha realizzato un’indagine per ognuna delle comunità protagoniste Il Grande Viaggio Insieme, e l’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese.

Un’altra parte della giornata, invece, è stata dedicata all’approfondimento sui temi della prossimità e della competitività, con la conduzione di Antonio Calabrò.

Dalle voci e dai racconti di questa giornata è emerso lo spaccato di una società più consapevole, che si sforza di affrontare le sfide del presente impostando modalità di rilancio nuove, improntate alla valorizzazione delle persone e delle tipicità del luogo, ma riuscendo a sconfinare dagli ambiti ristretti del localismo.

L’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese.

 

 

La ricetta Conad

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti