ON AIR

Emiliano
Picardi

Ascolta la diretta

Atm, “addio” (parziale) ai biglietti: in metro si entrerà con la carta di credito

Più sicurezza, più controlli e meno evasione. Sono queste le linee guida per il futuro di Atm, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico milanese. Il presidente Luca Bianchi e il direttore generale Arrigo Giana hanno illustrato nella commissione comunale dedicata ai trasporti la loro strategia per i prossimi cinque anni.

Metro, tornelli tutti chiusi

Le novità più grandi – per ammissione dello stesso numero uno di Atm – arriveranno, anche se bisogna capire quando, sul tema evasione. L’azienda e il comune, infatti, da sempre lottano contro i furbetti del biglietto e sono pronti a due nuove azioni.

Da subito – probabilmente nel giro di una settimana – tutte le stazioni avranno i tornelli chiusi in uscita: al momento sono 98 su 113, ma presto i viaggiatori dovranno “obliterare” il biglietto anche in uscita in tutte le fermate.

Metro, carta di credito al posto dei biglietti

E non è tutto. Perché la grande rivoluzione potrebbe portare a sostituire i biglietti cartacei – non tutti, ma una parte consistente – con le carte di credito. Il modello scelto è quello della metro di Londra, dove per entrare e uscire dalla “tube” basta “strisciare” la propria contactless.

direttore generale di ATM – Arrigo Giana

“Stiamo portando avanti un accordo con alcuni circuiti di carte di credito per dare la possibilità ai viaggiatori di fare check in e check out con questo strumento – ha confermato il dg di Atm Giana -. Tecnicamente siamo già pronti, anche perché i tornelli hanno già il sistema di lettura ottica”.

E ancora, molto presto controllori e addetti alla sicurezza nei mezzanini delle metropolitane cresceranno del 30%, portando a centocinquanta il numero dei controllori.

Metro, un’app per chiedere aiuto

Tra i progetti in cantiere – si parla di un investimento di un miliardo di euro in cinque anni – c’è spazio anche per un’app, che è al momento allo studio.

L’applicazione permetterà a chiunque di lanciare un alert, un Sos, a chiunque avrà bisogno di soccorso in metro. La stessa app, poi, avviserà gli addetti alla sicurezza di Atm.

in collaborazione con:

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter

Commenti